I Greci chiamavano la nostra penisola Enotria (terra del vino), Ausonia (terra degli Ausoni), Esferia (terra del Tramonto)

Colori delle isole Eolie: Giallo-Verde per le incrostazioni sulfuree; Nero della sabbia vulcanica nelle spiagge; Nero luccicante dell'ossidiana; Bianco delle spiagge; Bianco della pomice; Rosso della lava sulla "sciara del fuoco" a Stromboli; Verde smagliante dei boschi di salina sui crateri spenti; Verde cupo per le piante di cappero che spuntano dalle rocce basaltiche di Alicudi; Ambrato di Panarea puntellato dal verde delle viti e dal bianco di calce dei dammusi; Blu intenso dei fondali rocciosi.

"...oh Patria mia..la tua passata gloria io più non vedo..nuda la fronte e nudo il petto mostri tu, formosissima donna. Chi ti ridusse tale? chi ti discinse il brando e spense il fuoco? Chi ti tradì? Come cadesti, o quando, da tanta altezza in così basso loco? (molto liberamente da: "All'Italia", di G. Leopardi)

 

"Che barbarie! Altro che Italia! Questa è Affrica: i beduini, a riscontro di questi caffoni, son fior di virtù civile" (rapporto a Cavour del Luogotenente di Napoli (Ottobre 1860) "Credimi, non siamo noi che profittiamo nella unione, ma sono queste popolazioni senza morale, senza coraggio, senza cognizioni e dotate solo di eccellenti istinti e di un misto di credulità e di astuzie che le dà ognora nelle mani dei più gran farabutti" (così scrive un amico a Massimo D'Azeglio a proposito dei Napoletani. E D'Azeglio gli risponde: "Unirsi ai napoletani è come andare a letto con un lebbroso").

"L'Italia, come Stato nazionale, è nata male. Il suo primo Re, Vittorio Emanuele di Savoia, non aveva il titolo di I°, ma di II°.

"Ancora oggi in Italia non è del tutto tramontata la paura del Comunismo; ancora si teme che i "cosacchi arrivino ad abbeverare i loro cavalli alle fontane di Piazza San Pietro", come paventava la propaganda dell'Azione Cattolica di Luigi Gadda e di Padre Lombardi, il "microfono di Dio" alla vigilia delle prime elezioni politiche repubblicane del 18 aprile 1948.

"Gli italiani sono da sempre spaccati in due fazioni contrapposte, sino dai tempi dei Guelfi e Ghibellini. Lo sono oggi e lo sono stati nel momento fondante della Repubblica, che la spuntò sulla Monarchia nel Referendum del 2 Giugno 1946, di stretta misura (12.717.000 si, contro 10.719.000 no). Ma con ben 1.009.000 voti annullati! Il che gettò un'ombra d'incertezza e di regolarità sul risultato.

Warning: INSERT command denied to user 'Sql407221'@'62.149.143.155' for table 'watchdog' query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, variables, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '%message in %file on line %line.', 'a:4:{s:6:\"%error\";s:12:\"user warning\";s:8:\"%message\";s:353:\"UPDATE command denied to user 'Sql407221'@'62.149.143.155' for table 'sessions'\nquery: UPDATE sessions SET uid = 0, cache = 0, hostname = '3.80.32.33', session = 'uc_referer_uri|s:29:\\"http://www.vitoff.it/node/195\\";', timestamp = 1547813414 WHERE sid = 'v78c52cgsl77dt9d2uo5otpa46'\";s:5:\"%file\";s:51:\"/web/htdocs/www.vitoff.it/home/includes/session.inc\";s:5:\"%line\";i:70;}', 3, '', 'http://www.vitoff.it/node/19 in /web/htdocs/www.vitoff.it/home/includes/database.mysqli.inc on line 135