ELOGIO DELLA BELLEZZA


Riempiti gli occhi, il cuore e la mente di cose belle



"Torna alle navi e al mare! Cosa cerchi nelle città degli uomini malate e corrotte? La Bellezza è la sola padrona da servire. Servila e al diavolo la plebe! Il successo! Che diavolo è il successo, se non è già nella tua poesia? Non è quello che ci riesce di fare che conta, non è in questo la gioia, ma nel farlo. Fa che il tuo fine sia la Bellezza. Perchè coniare la Bellezza in moneta d'oro? Essa è come una annunciazione a cui pochi (sanno e) possono rispondere. La Bellezza è un aspetto del genio, anzi è più alta del genio, perchè non richiede spiegazioni. E' una delle grandi cose del mondo, come la luce del sole, o la primavera, o il riflesso nell'acqua cupa di quella conchiglia d'argento che chiamano luna. La Bellezza è di chi la vede e la comprende, non di chi la possiede. La Bellezza sta negli occhi di chi guarda "







"Il Verso è tutto ! Nella imitazione della Natura, nessuno istrumento d'arte è più vivo, più agile, acuto, vario, obbediente, sensibile, fedele. Più compatto del marmo, più malleabile della cera, più fragrante di un fiore, più tagliente di una spada, più flessibile di un virgulto, più carezzevole di un murmure, più terribile di un tuono, il Verso è tutto e può tutto ! Può rendere i minimi moti dell'animo, può definire l'indefinibile e dire l'ineffabile,.... può abbracciare l'infinito e penetrare l'abisso,.....può inebriare come un vino, o rapire come un'estasi....Un verso perfetto è assoluto, immutabile, immortale; non appartiene più al suo artefice ma è di tutti e di nessuno, come la luce, come l'universo. Un verso perfetto è un pensiero che già esisteva preformato nella oscura profondità della lingua. Estratto dal poeta, seguita ad esistere nella coscienza degli uomini..." (liberamente da "Il piacere" di G. D'Annunzio)




Creando l'effetto di una preziosa "filigrana" della scrittura, prosa e poesia si fondono mirabilmente in essa, sì che il passaggio dall'una all'altra, a volte è quasi impercettibile...



Il segreto della salute e della felicità, sta nell'equilibrio fra un cauto e fine epicureismo pratico e il culto profondo e appassionato dell'Arte! L'Arte! L'Arte! Ecco l'amante fedele, sempre giovine, immortale; ecco la fonte della gioia pura, vietata alle moltitudini, concessa agli eletti; ecco il prezioso alimento che avvicina l'uomo a Dio. Fa che l'Arte e la Poesia ti liberino dalle inquietudini, dalle miserie, dai tedii dei giorni comuni....